POTETE TROVARE NOTIZIE COSTANTEMENTE AGGIORNATE QUI
(cliccando sul riquadro qui sopra verrai connesso alla pagina facebook dell'A.N.A.I.C.)

…e l’ultimo chiuda la porta!

Carissimi,

dopo quasi trentamila differenti utenti che ci hanno visitato, scaricando oltre quarantacinquemila pagine, …. ci diamo un taglio.

Speriamo di aver reso un servizio, ma sappiamo benissimo di non aver potuto soddisfare neppure la nostra voglia di comunicare informazioni difficilmente reperibili altrove,

figuriamoci la necessità di accontentare quelli che cercavano di più nel panorama tristemente scarno della comunicazioni geopolitica.

Insomma non siamo stati in grado di darvi oltre!

Per prima cosa perché veramente troppo pochi dediti agli aggiornamenti e in seconda perché praticamente in subordine al sistema informativo dell’A.N.A.I.C.

Senza alcuna polemica, ma poiché Things change, Le cose cambiano, da adesso ci prendiamo un pochino di tempo, ci stacchiamo e chiudiamo questo sito.

NON ABBANDONATE PERO’ LA NOSTRA POSIZIONE, QUESTA POLARIZZAZIONE SUL W.E.B., DATO CHE CI DEDICHIAMO DA ORA ALLA PULIZIA

DEL SITO PER RIPROPORVI, SEMPRE SUL BINARIO DELL’INFORMAZIONE GEOPOLITICA, CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLE TEMATICHE

LATINOAMERICANE, UN NUOVO FORNITORE DI LETTURE DIFFICILMENTE RECUPERABILI ALTROVE…


L’ultimo EL MONCADA

PER LEGGERE E SCARICARE IN PDF L’ULTIMO NUMERO DI “EL MONCADA”

CLICCA QUI:

<a href=”http://www.italia-cuba.it/el_moncada/MONCADA_SETT18_Q%20(1).pdf”></a>

8 OTTOBRE – 1967 / 2018

A 51 anni dal suo assassinio, in Italia, a Napoli appare il suo ritratto più grande al mondo

A San Giovanni a Teduccio, quartiere napoletano, l’opera dell’artista Jorit Agoch pone in evidenza la figura sempre viva del Che.

Le Notizie di Prensa Latina dall’1 al 5 ottobre

Risultati immagini per Federazione Sindacale Mondiale

La Federazione Sindacale Mondiale sostiene Cuba nella lotta contro il blocco


La presenza cubana nel dibattito generale dell’ONU apre nuovi orizzonti

1.10 – Dopo la partecipazione per la prima volta all’ONU del Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, si aprono oggi nuove possibilità nell’agenda bilaterale dell’isola e anche di avvicinamento con alcuni settori degli Stati Uniti. Oltre a compiere un intenso programma bilaterale all’ONU durante la sua visita dal 23 al 30 settembre, il Presidente ha incontrato i rappresentanti di vari settori e autorità locali. Diaz-Canel non solo ha tenuto un discorso nel dibattito ad alto livello dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ma ha anche partecipato al Vertice di Pace Nelson Mandela e alla riunione plenaria per commemorare la Giornata Internazionale per l’Eliminazione Totale delle Armi Nucleari.

I cubani di oltre 100 paesi esprimono il loro parere sul progetto di Costituzione

1.10 – I cubani di oltre cento paesi hanno avanzato a oggi duemila proposte sul progetto di Costituzione per sostituire la Costituzione in vigore sull’isola dal 1976. Secondo quanto ha spiegato a Prensa Latina Ernesto Soberón, direttore degli Affari Consolari e Cubani all’Estero (DACCRE) del Ministero degli Esteri cubano, questo processo senza precedenti è stato accolto molto bene dai compatrioti che vivono in altri luoghi e dai loro familiari nella più grande delle Antille. Il processo è stato concepito in modo che tutti i cubani potessero partecipare al dibattito sul progetto costituzionale, ha detto Soberón nel contesto della partecipazione del Presidente cubano Miguel Díaz-Canel e di una delegazione dell’isola all’Assemblea Generale dell’ONU.

La riforma costituzionale consolida la democrazia cubana, dice un deputato

2.10 – La partecipazione dei cubani alla consultazione sul progetto di nuova Costituzione riafferma la democrazia sull’isola, ha detto Gerardo Hernández, deputato dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular. In un’intervista con Prensa Latina, il vice-rettore dell’Istituto Superiore di Relazioni Internazionali (ISRI) ha detto che la discussione del testo è un fatto unico al mondo e rappresenta un atto di democrazia che si estende a ogni quartiere, centro di lavoro e di studio.

Cuba costruirà una centrale bioelettrica e un parco eolico con credito indiano

2.10 – Cuba costruirà un impianto bioelettrico, che sarà associato a uno zuccherificio, e un parco eolico da 50 MW per mezzo di un prestito concesso dall’India, ha dichiarato oggi a Nuova Delhi il Ministro cubano di Energia e Miniere, Raúl García Barreiro. Il ministro partecipa a Nuova Delhi insieme al direttore di Energie Rinnovabili di tale ministero, Rosell Guerra, a diversi eventi relativi all’iniziativa promossa dall’India insieme alla Francia, in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP21, dell’Alianza Solar Internacional (ISA), per promuovere l’uso dell’energia del sole e di cui Cuba è uno dei paesi fondatori.

Il vicinato cubano, protagonista della propria storia

2.10 – I Comitati per la Difesa della Rivoluzione a Cuba (CDR) hanno celebrato il loro 58° anniversario con la sfida di consolidare l’unità, rafforzare il ruolo della gioventù e raddoppiare la vigilanza comunitaria e la prevenzione sociale. Il leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro, ha annunciato il 28 settembre 1960, in un discorso davanti all’ex Palazzo Presidenziale (ora Museo della Rivoluzione), la nascita dei CDR, un’organizzazione creata per difendere il processo di cambiamento di allora in ogni quartiere. Alla fine di settembre, i delegati delle 15 province di Cuba si sono incontrati per tre giorni nel Palazzo dei Convegni della capitale per discutere questioni come il lavoro della famiglia, il lavoro politico-ideologico e il ruolo dei giovani nell’organizzazione, la più grande del suo genere nel paese, con circa otto milioni di iscritti.

La tempesta tropicale Leslie si trasforma in un uragano di categoria uno

3.10 – La tempesta tropicale Leslie, che si è rafforzata in intensità sulle acque dell’Atlantico centrale, oggi si è trasformata in un uragano di categoria uno, ha informato oggi il Centro di Previsioni dell’Istituto Meteorologico di Cuba (INSMET). Secondo l’ultimo bollettino INSMET il sistema ha venti massimi di 120 chilometri all’ora, con raffiche più forti e cali di pressione centrale a 980 ettopascal.

Il Parlamento cubano ribadisce il sostegno alla causa palestinese

3.10 – La vicepresidente dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular di Cuba, Ana Maria Mari Machado, ha confermato a La Habana alla leader palestinese Leila Khaled la solidarietà dell’isola contro l’occupazione del territorio del popolo arabo, ha informato oggi la parlamentare. “Avranno sempre la voce di Cuba per difendere la loro causa”, ha detto la deputata durante un incontro ieri al Capitolio, sede amministrativa dell’Assemblea Nazionale, con la componente dell’Ufficio Politico del Fronte di Liberazione Palestinese.

Gli studenti universitari cubani sostengono la riforma costituzionale

4.10 – Gli studenti dell’Università di La Habana (UH) hanno sostenuto oggi il processo di riforma costituzionale in corso a Cuba, grazie al suo carattere democratico e al suo adeguamento alle aspirazioni di costruire una società migliore. L’emblematica casa di studi superiori, che quest’anno ha celebrato il suo 290° anniversario, ospita attualmente riunioni nell’ambito della consultazione popolare prevista dal 13 agosto al 15 novembre per discutere un progetto di una nuova Costituzione che, se approvata in un referendum l’anno prossimo, sostituirà quella in vigore dal 1976.

Crescita sostenuta dei legami commerciali tra Cuba e Spagna

4.10 – Le relazioni commerciali tra Cuba e Spagna sono oggi in un processo di crescita sostenuta, soprattutto per quanto riguarda le esportazioni provenienti dal paese europeo, ha considerato una fonte autorevole. In dichiarazioni esclusive a Prensa Latina, il consigliere dell’Ufficio Economico dell’Ambasciata della nazione iberica a La Habana, Federico Ferrer, ha detto che la Spagna continua a essere uno dei principali fornitori di Cuba con un dato annuale di circa 920 milioni di euro.

La Federazione Sindacale Mondiale sostiene Cuba nella lotta contro il blocco

4.10 – La Federazione Sindacale Mondiale (FSM) ha riaffermato oggi a Panama la sua solidarietà con Cuba nella lotta contro il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti da quasi 60 anni. Abbiamo sempre sostenuto l’isola perché è una politica ingiusta, ha detto la panamense Carmen Lizárraga, della commissione dell’America Centrale della FSM a Prensa Latina. Quando gli Stati Uniti hanno invaso Panama (nel 1989), il primo paese che ci ha dato sostegno e solidarietà è stato Cuba. I cubani sono nostri fratelli, ha detto la Lizárraga nel contesto del 19° Incontro Regionale Americano dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro che si concluderà domani.

Un deputato cubano mette in guardia sulla diffusione del terrorismo nel mondo

5.10 – Il presidente dell’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli, Fernando Gonzalez, ha oggi avvertito sulla diffusione nel mondo di atti terroristici simili all’attentato all’aereo cubano 42 anni fa al largo delle coste di Barbados. Il deputato dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular ha detto a Prensa Latina che questo evento, che è accaduto il 6 ottobre 1976, ha mostrato la doppia morale applicata dal Governo degli Stati Uniti rispetto al terrorismo.

VIAGGIO PER IL 60° DEL TRIONFO DELLA RIVOLUZIONE

AVVISO IMPORTANTE PER TUTTI GLI INTERESSATI AL VIAGGIO A CUBA IN OCCASIONE DEL 60° ANNIVERSARIO DELLA RIVOLUZIONE,

30.12.2018 – 13.1.2019

Invitiamo a prendere visione del Programma di viaggio aggiornato e della relativa Scheda di iscrizione che contiene importanti novità in relazione alle scadenze. Attenzione! A causa dell’annullamento dei voli su Cuba da parte della compagnia aerea Air Italy, a cui avevamo già versato l’acconto per il viaggio, siamo stati costretti a rivolgerci a un’altra compagnia – Air Europa – con un aggravio dei costi, che abbiamo contenuto al massimo, e con leggera variazione delle date.

L'immagine può contenere: 2 persone

Le Notizie di Prensa Latina dal 24 al 28 settembre

Risultati immagini per miguel diaz canel onu

Il presidente cubano avverte l’ONU su una minaccia alla pace

24.9 – La pace internazionale permane minacciata dalla filosofia del dominio, ha avvertito oggi il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel al Vertice di Pace Nelson Mandela, una riunione ad alto livello dell’Assemblea Generale dell’ONU. Nella sede dell’organizzazione multilaterale, il presidente del Paese caraibico ha ricordato le parole del leader sudafricano e combattente antiapartheid quando ha detto: “Vogliamo anche essere padroni del nostro destino”.

Il progetto di costituzione cubana è stato oggetto di un dibattito approfondito in Cina

24.9 – La missione statale di Cuba in Cina ha discusso a fondo il progetto della nuova Costituzione, come parte del processo di convocazione di tutti i cittadini dell’isola che lavorano o risiedono all’estero. Funzionari diplomatici, come rappresentanti e lavoratori delle diverse aziende e istituzioni accreditate nel gigante asiatico, hanno contribuito durante il dibattito con i loro punti di vista sul contenuto della Costituzione. Le proposte si riferivano a modifica, aggiunta o cancellazione di alcuni titoli e articoli del testo, ma sono stati espressi dubbi anche sulla formulazione di altri.

Le fortificazioni coloniali di La Habana, attrazione speciale per i turisti

24.9 – Mentre la capitale cubana si prepara a festeggiare il prossimo anno i suoi 500 anni dalla fondazione (16 novembre 2019), oggi è in risalto il piacere dei turisti di conoscere e di fotografare le sue fortezze coloniali. Si tratta di scenari con molta storia, molto ben conservati e quindi una delle attrazioni più rilevanti di La Habana, creati per proteggere la città di San Cristobal dagli attacchi di corsari e pirati. Il Castello dei Re Magi di El Morro, si trova su un’alta roccia all’ingresso della Baia. I lavori sono durati 40 anni, iniziati nel 1589 e terminati nel 1630.

Il Presidente cubano continua le attività alle Nazioni Unite

25.9 – Il Presidente cubano Miguel Diaz-Canel continua oggi le attività relative alla sua partecipazione all’Assemblea Generale dell’ONU, nell’ambito delle quali ha colloqui bilaterali con i leader di diverse nazioni. Il Presidente cubano ha effettuato ieri il suo primo intervento all’organizzazione multilaterale nel Vertice di Pace Nelson Mandela, riunione ad alto livello dell’Assemblea Generale in cui ha dichiarato che la pace internazionale rimane minacciata dalla filosofia del dominio. Non ci può essere sviluppo senza pace e stabilità, né pace e stabilità senza sviluppo, ha detto il Capo di Stato cubano, che ha sostenuto che l’unico degno omaggio alla memoria di Mandela è quello di promuovere lo sviluppo delle nazioni arretrate.

Diversi settori del mondo aggiungono la loro voce contro il blocco di Cuba

25.9 – Governi, intellettuali, attivisti, sindacati e cubani residenti all’estero hanno aggiunto nelle ultime ore la loro voce da diversi paesi alla richiesta mondiale per l’abolizione del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba. In Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Haiti, Italia, Messico, Sudafrica e Uruguay, sono stati inviati messaggi di rifiuto del blocco in vigore da quasi 60 anni, a poco più di un mese dalla ventisettesima volta consecutiva dal 1992 in cui l’Assemblea Generale voterà su un progetto di risoluzione che ne chiede la fine.

Più legami con Cuba e fine del blocco, desiderio dei legislatori degli Stati Uniti

25.9 – I legislatori statunitensi che hanno parlato con il Presidente cubano Miguel Diaz-Canel hanno espresso la necessità di revocare il blocco imposto da Washington sull’isola e l’importanza di espandere la cooperazione tra i due paesi. Voglio che gli Stati Uniti abbiano relazioni complete con Cuba, non c’è motivo di avere un blocco che sappiamo fallito, ha detto la deputata democratico Karen Bass, una dei partecipanti alla riunione tenutasi presso la Missione Permanente di Cuba presso l’ONU. Crediamo che ci debba essere un ampio scambio, sia in medicina che in altre aree, ha aggiunto la deputata della California, che si è espresso anche contro le restrizioni di viaggio che impediscono agli statunitensi di visitare Cuba come turisti.

Cuba respinge le dottrine militari basate sulla deterrenza nucleare

26.9 – Cuba rifiuta le politiche di sicurezza e le dottrine militari basate sulla deterrenza nucleare, ha detto il Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, quando è intervenuto in una riunione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ha detto che la sua nazione rimane fermamente impegnata a rafforzare e a consolidare il multilateralismo e i trattati internazionali di disarmo, in particolare con l’obiettivo di realizzare un mondo libero da armi nucleari. Come segno di questa volontà, il 31 gennaio 2018, il nostro paese è diventato il quinto Stato a ratificare il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari, ha detto nella riunione plenaria di alto livello per commemorare e promuovere la Giornata Internazionale per l’Eliminazione Totale delle Armi Nucleari.

Cuba e Stati Uniti creano la prima azienda biotecnologica

26.9 – Il Gruppo delle Industrie Biotecnologica e Farmaceutica Biocubafarma ha annunciato oggi la creazione della prima azienda biotecnologica cubano-statunitense: Innovative Immunotherapy Alliance SA, con sede nella Zona Speciale di Sviluppo Mariel. Questa nuova impresa mista è stata creata tra le filiali commerciali di due noti centri di ricerca: il Centro di Immunologia Molecolare di Cuba e il Roswell Park Comprehensive Cancer Center degli Stati Uniti. Il passo storico nella collaborazione scientifica tra i due paesi permetterà il progresso della ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci antitumorali, che possono prolungare e migliorare la sopravvivenza di migliaia di pazienti negli Stati Uniti.

Diaz-Canel all’ONU: ammirazione e rispetto per Cuba

27.9 – L’ammirazione e il rispetto per Cuba, così come la solidarietà con le sue cause, sono oggi presenti alla prima partecipazione del Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, all’Assemblea Generale dell’ONU. Dal suo arrivo a New York domenica scorsa per partecipare alle attività del più grande organismo dell’organizzazione multilaterale, il Presidente ha avuto quasi venti incontri bilaterali, ha tenuto diversi discorsi e ha dialogato con gli americani interessati al riavvicinamento con il paese caraibico. Nel dibattito ad alto livello dell’Assemblea Generale, dove il dignitario ha assicurato che portava la voce dell’isola, diverse nazioni hanno espresso il loro rifiuto al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti a Cuba oltre 55 anni fa.

Diaz-Canel dialoga con i dirigenti dell’industria turistica statunitense

28.9 – Il Presidente cubano Miguel Diaz-Canel ha parlato oggi delle opportunità sull’isola con gli alti funzionari della Camera di Commercio degli Stati Uniti e dell’industria turistica statunitense. Durante l’incontro, le parti hanno discusso le potenzialità di quegli enti impegnati nei viaggi tra Cuba e Stati Uniti e hanno fatto riferimento alla necessità di eliminare i divieti che impediscono agli statunitensi di visitare liberamente la nazione vicina. Inoltre, diversi partecipanti hanno confermato la loro opposizione al blocco economico, commerciale e finanziario imposto da Washington contro la più grande delle Antille da oltre 55 anni e hanno ringraziato per l’opportunità di dialogare con il leader cubano.

Operatori turistici e uomini d’affari statunitensi guardano a Cuba

28.9 – Lo sviluppo dell’industria dei viaggi a Cuba e la sicurezza dei soggiorni per i turisti stranieri sono fattori importanti per attirare oggi l’attenzione dei tour-operator e degli uomini d’affari statunitensi su quest’isola. Ma non si tratta solo di questa nazionalità, ma per anni gli sguardi dei professionisti del settore ricreativo e manageriale crescono grazie al costante boom di questa nazione e ai suoi aggiustamenti del modello economico. Per questo motivo, gruppi provenienti dagli Stati Uniti come Engage Cuba e CubaNow hanno recentemente visitato l’arcipelago, condannando gli ostacoli posti da oltre cinquant’anni da Washington contro La Habana, che si sono intensificati nel presente.

I cubani nel Viet Nam dibattono sul progetto di nuova Costituzione

28.9 – Diplomatici, tecnici e studenti cubani in Viet Nam hanno discusso oggi la bozza della nuova Costituzione del loro paese, un processo che sta progredendo in tutte le legazioni dell’isola nel mondo. L’incontro, che si è svolto presso l’Ambasciata cubana, ha visto la partecipazione dei 43 che dovevano essere presenti, dal capo della missione ai corrispondenti di Prensa Latina, ed è stato caratterizzato dalla serietà delle proposte e dalla volontà di arricchire quella che sarà la Magna Carta della Repubblica

Le Notizie di Prensa Latina dal 17 al 21 settembre

La Nuova Costituzione a Cuba la scrive il Popolo

I cubani in Nicaragua appoggiano la consultazione popolare sulla Costituzione

17.9 – I cubani residenti in Nicaragua hanno oggi appoggiato la consultazione popolare sul progetto di nuova Costituzione sull’isola, considerandola un esercizio democratico e rappresentativo dello Stato rivoluzionario. Durante un’intervista con Prensa Latina, Aimée Aedo ha sottolineato l’importanza che tutto il popolo possano discutere e proporre cambiamenti, con i giovani come protagonisti essenziali nel processo di riforma della Costituzione. “Si tratta di un grande passo avanti verso una società più giusta e più democratica in cui i diritti individuali, sociali, economici, culturali, civili e politici di tutti i cittadini sono ampliati e protetti”, ha detto.

Il turismo nell’oriente cubano crescerà fino al 2030

17.9 – Lo sviluppo del turismo nella cayeria della provincia cubana orientale di Camagüey ha proposto un ampio sviluppo che si estende fino al 2030 con circa 25.000 camere d’albergo, riportano oggi i rapporti ufficiali. Una relazione pubblicata questo lunedì dal quotidiano Granma, aggiunge che ogni obiettivo di lavoro è svolto da personale esperto con rigorosi standard di qualità. L’apertura nei prossimi mesi del primo hotel a essere costruito a Cayo Cruz, Esmeralda, significa l’inizio definitivo dello sviluppo turistico nella cayería nord di Camagüey, previsto fino al 2030.

Cuba cerca di invertire il processo di degrado del suolo

17.9 – Cuba sta sviluppando un programma globale di conservazione e miglioramento del suolo per invertire il processo di degrado di questa risorsa naturale, indispensabile per la produzione alimentare, ha detto oggi una fonte del settore. In una conversazione con Prensa Latina, Dagoberto Rodríguez, direttore di Suoli e Fertilizzanti del Ministero dell’Agricoltura (MINAG), ha detto che lo scopo è quello di raggiungere questo obiettivo, ma basato su una concezione integrale dell’agricoltura sostenibile, la cui missione è produrre cibo e rispondere alle esigenze della popolazione.

Cuba disposta a dialogare senza condizioni di sovranità

17.9 – Il Presidente di Cuba, Miguel Diaz-Canel, ha dichiarato che il Governo e il popolo della nazione caraibica sono oggi impegnati in un dialogo rispettoso con gli Stati Uniti e senza condizionamenti alla sovranità nazionale. “Non accetteremo imposizioni, figuriamoci dagli Stati Uniti. Non si può dialogare quando una delle parti vuole che tu ti sottometta alle loro direttrici”, ha sottolineato il Capo di Stato in un’intervista esclusiva con la catena multinazionale Telesur. Nella sua prima intervista con i media internazionali, Diaz-Canel, ha parlato delle questioni rilevanti della realtà cubana che comprendono la riforma costituzionale, il blocco imposto dal Governo degli Stati Uniti, e la situazione di ingerenza in diversi paesi latinoamericani.

Il dibattito sul progetto costituzionale cubano entra nella sua sesta settimana

17.9 – Il dibattito sulla bozza della nuova Costituzione di Cuba, che sostituirà quella in vigore dal 1976, entra oggi nella sua sesta settimana nei luoghi di lavoro, quartieri, unità militari e altre realtà dell’isola caraibica. Tra le questioni più controverse sono la possibilità per i cubani di investire nel loro paese, la concentrazione della ricchezza, la cittadinanza effettiva, il limite di età per il Presidente della Repubblica e il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Nella maggior parte delle riunioni tenute, i partecipanti hanno convenuto che la modernizzazione della Costituzione è essenziale per continuare la costruzione della società socialista.

Cuba aggiorna il modello economico e sociale nonostante il blocco degli Stati Uniti.

17.9 – Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha sottolineato che il Governo e il popolo della nazione caraibica aggiornano oggi il modello economico e sociale nonostante il blocco imposto dalle autorità degli Stati Uniti. Nel corso di un’intervista esclusiva concessa ieri alla catena multinazionale Telesur, il presidente ha dichiarato che la riforma costituzionale in corso di elaborazione amplia “la visione sui diritti civili e umani. È uno sguardo responsabile, obiettivo e realistico”. Di fronte alla questione delle ripercussioni internazionali del processo di consultazione della Costituzione e se la Rivoluzione nega il suo carattere socialista e comunista, Díaz-Canel ha sottolineato che il rinnovamento degli elementi viene discusso senza rinunciare ai principi ideologici e costitutivi.

Negli Stati Uniti considerato molto avanzato il progetto di Costituzione cubana

18.9 – La nuova bozza della Costituzione cubana è molto avanzata e il processo che si sta sviluppando oggi per dare un parere su di essa è estremamente prezioso, ha detto a Washington un emigrante dell’isola caraibica. Manuel Gómez, che vive negli Stati Uniti dal 1961, ha detto in un’intervista a Prensa Latina che si vedranno risultati positivi per Cuba e che anche le relazioni tra il paese e l’emigrazione miglioreranno. La possibilità per quelli di noi che vivono in altre nazioni di dare criteri sul testo rafforza gli sforzi del Governo cubano e dei settori degli emigranti per avvicinarsi di più, ha detto il biochimico di formazione, con un dottorato nella salute pubblica.

Il blocco degli Stati Uniti colpisce anche istituzioni religiose cubane

18.9 – Il blocco imposto dagli Stati Uniti e la politica ostile di questo paese nei confronti di Cuba danneggiano anche le istituzioni religiose, ha detto Enrique Alemán, coordinatore della Piattaforma per il Dialogo Interreligioso sull’Isola. Secondo Alemán, che è anche membro dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento), il blocco degli Stati Uniti trascende i piani economici, finanziari e commerciali e limita, tra gli altri aspetti, lo scambio di criteri delle diverse aziende nella più grande delle Antille con le loro controparti all’estero. Durante un forum on-line convocato ieri dall’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP) per condannare il blocco, il parlamentare ha commentato che le istituzioni religiose costituiscono una parte molto attiva e sensibile della società civile del paese.

I lavoratori cubani in Turchia dibattono sulla riforma costituzionale

18.9 – I lavoratori cubani legati all’Agenzia Escenarte hanno tenuto una riunione ad Antalya, nel sud della Turchia, per discutere la riforma costituzionale, secondo quanto comunicato oggi da fonti consolari a Prensa Latina. All’incontro tenutosi ad Ankara ha partecipato buona parte delle 37 persone temporaneamente insediate in Turchia, la maggior parte dei quali artisti e ballerini, insieme all’Ambasciatore cubano nel paese, Luis Alberto Amorós, e alla console Mayvet González. I funzionari diplomatici hanno affrontato diverse questioni, sottolineando il processo di riforma costituzionale che continua sull’isola e il fatto senza precedenti di aprire la partecipazione ai residenti cubani all’estero.

Ricordato a Cuba il viaggio del primo cosmonauta dell’America Latina

18.9 – I cubani ricordano oggi uno degli eventi più importanti della storia della nazione e dell’America Latina, il viaggio nel cosmo compiuto 38 anni fa dal cosmonauta Arnaldo Tamayo. In un giorno come oggi, ma nel 1980, Tamayo – originario della provincia orientale di Guantánamo – partì per lo spazio come parte di un equipaggio misto cubano-sovietico. Secondo le note storiche, il razzo portante che avrebbe messo in orbita la navicella spaziale Soyuz 38 ha iniziato il suo percorso dal cosmodromo Baikonur, nel Kazakistan, e ha effettuato il volo verso il complesso orbitale Saliut 6.

Il progetto di Costituzione cubana dibattuto nei paesi dell’Africa australe

19.9 – Le discussioni sul progetto di nuova Costituzione cubana in Sudafrica e nei regni del Lesotho e di Eswatini (ex Swaziland) hanno portato finora a 326 proposte di cambiamento, ha detto oggi l’Ambasciatore Rodolfo Benitez. Queste persone, ha detto, rappresentano la collaborazione di Cuba nei settori di salute, istruzione, difesa, costruzioni e risorse idriche, oltre al personale dell’Ambasciata cubana. Il diplomatico, che rappresenta l’isola nelle tre nazioni e con residenza a Pretoria, ha spiegato a Prensa Latina che sono previsti 30 incontri di consultazione sul progetto, 28 dei quali in Sudafrica e rispettivamente uno nel Lesotho e uno nell’Eswatini, con la partecipazione totale di 626 cubani.

La ministro presidente della Banca Centrale di Cuba conclude la visita in Italia

19.9 – La Ministro Presidente della Banca Centrale di Cuba (BCC), Irma Martínez, ha concluso oggi una visita di tre giorni in Italia, durante la quale ha incontrato rappresentanti di istituzioni finanziarie, imprenditori e personalità del Governo e dello Stato. Nelle dichiarazioni a Prensa Latina, la Martínez ha definito soddisfacenti i risultati del suo soggiorno, in cui ha notato la volontà della parte italiana di continuare ad approfondire le relazioni bilaterali in settori di comune interesse, soprattutto nelle priorità dei piani di sviluppo dell’isola fino al 2030.

Artisti di compagnie provenienti dagli Stati Uniti parteciperanno a un gala in un festival a Cuba

19.9 – Ballerini di diverse compagnie nordamericane parteciperanno a uno spettacolo a Cuba nell’ambito del 26° Festival Internazionale di Balletto di La Habana Alicia Alonso, hanno comunicato oggi gli organizzatori dell’evento. L’iniziativa si svolgerà a La Habana dal 28 ottobre al 6 novembre con la partecipazione di artisti provenienti da diversi paesi. Sotto il titolo “Stars of American Ballet” (Stelle del Balletto Americano), i rappresentanti del New York City Ballet (NYCB) e di altri importanti gruppi statunitensi si esibiranno al Teatro Mella il 29-30 ottobre.

Un esperto mette in evidenza i punti di forza della riforma costituzionale cubana

20.9 – L’approvazione dell’azienda statale socialista come forma fondamentale di produzione a Cuba e le garanzie per gli investitori stranieri sono alcuni dei punti di forza del progetto di Costituzione della Repubblica, ha rivelato oggi a La Habana un esperto. Nelle dichiarazioni a Prensa Latina, Faustino Covarrubias, ricercatore del Centro Studi dell’Economia Mondiale a Cuba, ha anche stimato che il contributo maggiore del progetto di Costituzione è l’audacia e la pertinenza di temperare la Costituzione nazionale all’attuale ambiente economico: “Ora ci sono nuovi attori dell’economia, come i lavoratori autonomi e la cooperativa non agricola, e il progetto di Costituzione incorpora questi elementi nuovi del nuovo ambiente economico, dando loro uno spazio”, ha detto.

L’Hotel Nacional nominato Leader di Cuba

20.9 – L’Hotel Nacional è stato nominato Leader di Cuba, così come è stato inteso oggi da una relazione della direzione che fa riferimento alla storia e alla qualità dei servizi di questa struttura. La categoria di Hotel Leader di Cuba sarà annunciata il 22 settembre a Montego Bay, in Giamaica, con la cerimonia di gala del 2018 per i Caraibi e il Nord America. Questa è una nomination per il Travel World Awards, considerato l’Oscar del turismo. Il Nacional è un simbolo di storia, di architettura e di cubanía, emblema della nazione cubana, è Patrimonio, Monumento e Memoria del mondo, rimarca la nota di gestione inviata a Prensa Latina questo giovedì.

Il blocco degli Stati Uniti contro Cuba è un peccato, dice un esperto americano

21.9 – Il blocco del Governo degli Stati Uniti contro Cuba è un peccato, e non ha alcun senso, ha detto oggi un medico statunitense che partecipa a La Habana alla VII Conferenza Internazionale Psico-Habana 2018. Questa politica è in vigore da oltre 50 anni e l’unica cosa che hanno ottenuto è di far soffrire la gente di quest’isola, ha detto l’esperto di medicina interna Allison Schachter a Prensa Latina. Ho la speranza che prima o poi tutto cambierà, ha espresso il secondo giorno della riunione che si terrà fino a domani con la partecipazione di rappresentanti di circa 10 paesi.

Non potranno mai bloccare la sovranità di Cuba, dice la Vice-Presidente

21.9 – Siamo una piccola isola bloccata dagli Stati Uniti, ma non saranno mai in grado di bloccare la solidarietà del nostro paese, ha detto oggi la Vice-Presidente cubana Beatriz Johnson, quando ha incontrato a San Pietroburgo il vice-presidente del Senato russo, Ilyas Umajanov. Durante l’incontro nel palazzo Tavrichesk, dove da ieri si svolge il II Forum Eurasiatico delle Donne, i due dirigenti hanno sottolineato i forti legami di amicizia tra i due paesi e i due popoli.

Brasile, il mercato sudamericano di viaggi in più rapida crescita per Cuba

21.9 – Il Brasile ha consolidato la sua condizione di mercato sudamericano con la più alta crescita del numero di turisti a Cuba, accumulando finora un incremento del 14.9 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tra il 1° gennaio e il 18 settembre, oltre 29.200 brasiliani si sono recati sull’isola, ha detto Mariano Fernández, il consulente turistico responsabile di seguire questo andamento, a Prensa Latina. Con questo risultato, il Brasile si è posizionato al 17° posto come mercato di emissione verso Cuba, un rapporto che vede in testa il Canada con oltre 847.200 turisti e in cui il Messico (9°) è il paese latino-americano meglio posizionato tra i primi 20 mercati emittenti, con poco più di 122.300 viaggiatori e una crescita del 20.3%.

Le Notizie di Prensa Latina dal 10 al 14 settembre

Risultati immagini per oms contra el bloqueo

Il blocco degli Stati Uniti contro Cuba è ingiusto, afferma la OPS

10.9 – Il blocco imposto dal Governo degli Stati Uniti a Cuba è ingiusto, ha detto oggi il rappresentante dell’Organizzazione Mondiale della Sanità/Organizzazione Panamericana della Salute (OMS/OPS) a Cuba, Cristian Morales. Pertanto, ci uniamo alla posizione della maggior parte dei paesi al momento del voto storico nell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha detto Morales a La Habana in dichiarazioni a Prensa Latina. Questa politica incide sullo sviluppo e sulla salute del popolo cubano e obbliga le autorità nazionali a compiere un doppio e un triplo sforzo per mantenere in funzione le attrezzature e garantire i farmaci necessari, ha affermato.

La discussione sulla nuova Costituzione cubana entra nella quinta settimana

10.9 – La discussione popolare sulla nuova Costituzione cubana entra oggi nella quinta settimana di una fase prevista fino al 15 novembre, caratterizzata da nuovi scenari di dibattito all’interno e all’esterno dell’isola. L’inizio dell’anno scolastico 2018-2019 la settimana scorsa e la partecipazione dei cubani residenti all’estero, promettono una maggiore diversità di criteri e di proposte per modificare, concordare o eliminare quanto affermato nel testo costituzionale. Tra le principali questioni finora affrontate vi sono i cambiamenti introdotti nell’istituzione del matrimonio e nella struttura dello Stato; la creazione delle figure di Presidente, di Primo Ministro e dei Governatori; i doveri e i diritti dei cittadini e i fondamenti economici.

I medici cubani alle Seychelles discutono il progetto di Costituzione

11.9 – I medici e i collaboratori cubani della salute che lavorano nelle Seychelles hanno sottolineato l’importanza delle modifiche proposte al progetto di Costituzione sull’isola caraibica. Durante il dibattito sul testo, i partecipanti hanno riaffermato il loro impegno per la Rivoluzione e i suoi leader, ha detto a Prensa Latina Magdiel Rodríguez, capo della brigata medica cubana nelle Seychelles. Tra gli argomenti discussi vi sono stati quelli relativi all’approvazione di nuove forme di proprietà nella più grande delle Antille. Gli operatori sanitari hanno anche evidenziato i diritti e le garanzie delle persone plasmate nel documento.

La siderurgia cubana da ristrutturare dopo l’investimento russo

11.9 – Circa 165 milioni di dollari è l’importo di un investimento russo per la ristrutturazione totale di un’importante acciaieria cubana la cui produzione di barre d’acciaio per l’edilizia è un materiale strategico. Il progetto di modernizzazione tecnologica è nato come necessità di manutenzione per la Azienda Siderurgica Martí, da qui l’impegno per questo investimento, a cui si aggiungono 100 milioni di pesos cubani (parità con il dollaro al tasso di cambio ufficiale), ha spiegato a Prensa Latina il direttore dell’ente, Miguel Solarana. Secondo il calendario, il processo di investimento dovrebbe concludersi nel 2025, previsto in due fasi, l’iniziale potrà contare su 111 milioni di dollari, ha aggiunto.

Cuba: Jardines del Rey, un anno dopo l’uragano Irma

11.9 – La destinazione turistica cubana Jardines del Rey mostra un’immagine rinnovata in tutte le strutture alberghiere, un anno dopo che il potente uragano Irma ha devastato gran parte delle sue infrastrutture. Con risultati molto favorevoli, l’ultima alta stagione del turismo si è conclusa nei cayos Coco e Guillermo situati sulla costa settentrionale della provincia centrale di Ciego de Ávila, a circa 430 chilometri da La Habana. Ora la sfida per i dirigenti e i per i lavoratori dei 17 hotel e delle unità ricreative è quella di prepararsi bene per offrire un servizio eccellente nella prossima fase che inizia a novembre e termina ad aprile 2019. I forti venti, fino a 260 chilometri all’ora, che hanno colpito le coste del nord di questa provincia nelle prime ore del mattino del 9 settembre 2017, hanno prodotto perdite di tetti, vetrerie, falegnameria, giardini e ranch sulla spiaggia.

CEPAL: il blocco statunitense a Cuba cresce ogni anno

12.9 – L’impatto del blocco statunitense a Cuba cresce di anno in anno e colpisce la struttura economica dell’isola, danni che persisteranno anche quando queste barriere finiranno, ha detto oggi un funzionario della CEPAL. In un’intervista esclusiva a Prensa Latina, il direttore della sede subregionale della Commissione Economica per l’America Latina e i Caraibi (CEPAL), Hugo Beteta, ha spiegato che il blocco economico, finanziario e commerciale imposto da Washington al paese caraibico ha conseguenze strutturali e la sua inversione richiederà un enorme sforzo di investimento. Questa influenza strutturale negativa, ha continuato, può essere vista in settori cubani che non sono stati in grado di svilupparsi a causa delle barriere imposte, comprese le barriere finanziarie. Le banche cubane non possono operare normalmente a causa di immense restrizioni.

Dibattito a Cuba sui mercati finanziari internazionali

12.9 – Esperti in economia discuteranno oggi il tema “Mercati Finanziari Internazionali: tra politiche monetarie e realtà macroeconomiche”, nel corso di un incontro al Palazzo delle Convenzioni di La Habana. Altre conferenze relative agli aspetti monetari sono “Il comportamento dei flussi finanziari verso l’America Latina” e “L’architettura finanziaria internazionale e la sua regolamentazione verso il XXI secolo”, che saranno tenute dai professori Carola Salas e Nitzia Vázquez. Le due accademiche appartengono rispettivamente al Centro di Ricerche della Economia Internazionale Università di La Habana, di Cuba, e all’Università Nazionale Autonoma del Messico.

La missione cubana all’ONU avverte sui danni causati dal blocco degli Stati Uniti.

12.9 – La missione diplomatica di Cuba presso l’ONU ha evidenziato come il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti, che oggi inasprisce le sue azioni, sia un freno alla realizzazione dello sviluppo sostenibile. Il blocco costituisce il principale ostacolo allo sviluppo di tutte le potenzialità dell’economia cubana, ha detto la rappresentanza diplomatica attraverso un comunicato stampa. Ha inoltre sottolineato che il blocco è il principale ostacolo allo sviluppo delle relazioni economiche, commerciali e finanziarie tra La Habana e Washington e, per la sua natura extra-territoriale, tra Cuba e il resto del mondo.

Cuba riafferma a Ginevra il suo impegno a favore della cooperazione Sud-Sud

13.9 – Cuba ha confermato all’ONU di Ginevra il suo impegno per la cooperazione Sud-Sud come espressione di solidarietà tra i popoli e i paesi della regione, è stato comunicato oggi da fonti diplomatiche. In occasione della Giornata della Cooperazione Sud-Sud delle Nazioni Unite, l’Ambasciatore di La Habana Pedro Luis Pedroso ha affermato che l’isola riconosce i suoi effetti positivi, che permettono da prospettive comuni di scambiare esperienze di successo con proprie soluzioni a problemi condivisi. Allo stesso tempo, ha aggiunto, contribuisce al rafforzamento dei legami economici, sociali e culturali tra i paesi del Sud.

I cubani credono nel miglioramento del paese con la nuova Costituzione

13.9 – I cubani che partecipano alla discussione popolare sul progetto di Costituzione credono che il paese migliorerà in molti aspetti se la nuova costituzione della nazione sarà approvata. I dibattiti sulla proposta dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular di stabilire una nuova Costituzione, che sostituirebbe quella in vigore dal 1976, entrano questo giovedì nel suo secondo mese, e dureranno fino al 15 novembre nei quartieri e nei centri di lavoro e di studio, come pure all’estero. Ieri, durante una riunione di quartiere in una delle circoscrizioni nel quartiere Vedado della capitale, i partecipanti hanno convenuto che la modernizzazione della Costituzione è essenziale per continuare la costruzione della società socialista.

Organismo dell’ONU evidenzia l’alto indice di sviluppo umano a Cuba

13.9 – A Roma, il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (FIDA) ha sottolineato oggi l’alto indice di sviluppo umano di Cuba (0,775) come risultato dell’accesso universale e gratuito ai servizi di base, dello sradicamento della povertà estrema e della fame. Nel rapporto del Programma Strategie Nazionali dedicato alla nazione caraibica in occasione del 124° periodo di sessioni del Comitato Esecutivo di questo organismo dell’ONU, che si riunirà oggi e domani, si sottolinea anche che questa piccola nazione è l’unica in America Latina “ad aver messo fine alla malnutrizione infantile grave”. Sottolinea inoltre che “nonostante questi progressi, Cuba è fortemente dipendente dalle importazioni alimentari (tra il 70 e l’80 % di quello che si consuma)”, per cui la sicurezza alimentare e l’aumento della produzione agricola sono una priorità per il Governo cubano.

Cuba chiede agli Stati Uniti di lasciare le speculazioni e di guardare alla scienza

14.9 – Mettere da parte la speculazione e tornare al metodo scientifico è stato l’appello di esperti cubani che hanno parlato negli Stati Uniti sui sintomi di salute riportati dai diplomatici statunitensi sull’isola. Un gruppo multidisciplinare di nove esperti, componenti della Accademia Cubana delle Scienze, si è riunito il 13 settembre con il personale medico del Dipartimento di Stato per affrontare la questione che ha caratterizzato principalmente i rapporti tra i due paesi nell’ultimo anno. Secondo la squadra caraibica, sono arrivati alla riunione dopo aver esaminato le scarse informazioni fornite dall’Ambasciata statunitense a La Habana, un articolo pubblicato sulla rivista dell’Associazione Medica Americana (JAMA), e i risultati delle indagini di polizia.

I cubani in Uruguay analizzano il progetto della Costituzione

14.9 – L’autonomia imprenditoriale, i diritti dei cittadini e le prestazioni dei deputati sono stati evidenziati oggi tra i temi messi a fuoco dai diplomatici cubani in Uruguay guidati dall’Ambasciatore Hector Fraginals e da collaboratori riguardo il progetto di Costituzione di Cuba. Nel corso dell’analisi della futura nuova Costituzione, i partecipanti hanno approfondito i diversi aspetti dei capitoli e hanno proposto modifiche a specifici articoli del testo. Durante l’esercizio democratico della cittadinanza, l’accento è stato posto sul perfezionamento del sistema rivoluzionario di assistenza medica garantita alla popolazione, che è stato assunto come un diritto universale.

La brigata medica cubana nello Zimbabwe pronta ad aiutare a fermare il colera

14.9 – La brigata medica cubana che presta servizio nello Zimbabwe è disposta a collaborare con le autorità per fermare l’epidemia di colera che è costata 21 vite umane, ha informato oggi l’Ambasciata della nazione caraibica nella capitale Harare. In una nota la missione diplomatica rileva di aver osservato gli sviluppi relativi all’insorgenza di colera e di tifo. Aggiunge che nello Zimbabwe sono impiegati 35 medici cubani, che sono pronti ad aiutare in tutto ciò che il Governo dello Zimbabwe ritenga necessario per fermare la malattia.

Le Notizie di Prensa Latina dal 3 al 7 settembre

ATTACCHI ACUSTICI DEI CUBANI….COSE DA URLO!


Díaz-Canel apre la cerimonia per il nuovo anno scolastico a Cuba

3.9 – Il Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha intestato oggi un evento a La Habana per l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019, in cui oltre 10.000 centri di insegnamento aprono le porte a quasi due milioni di studenti. Il Presidente ha partecipato a una cerimonia nella scuola elementare Rafael María de Mendive, che ha aperto lunedì dopo oltre 150 anni da quando l’eroe nazionale cubano, José Martí, vi aveva studiato. Il Ministro dell’Istruzione, Ena Elsa Velázquez, lo storico di La Habana, Eusebio Leal, l’Ambasciatore vietnamita sull’isola, Nguyen Trung Thanh, e altri ospiti hanno partecipato all’evento nella struttura che porta il nome del maestro dell’eroe per indipendentista.

Quasi due milioni di cubani frequentano le lezioni nel corso 2018-2019

3.9 – Circa due milioni di bambini, adolescenti e giovani cubani rientrano o arrivano oggi in classe per l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019, in un sistema educativo che comprende oltre 10.000 scuole e 22 università. Nel corso degli ultimi due mesi, le autorità del settore hanno lavorato alla preparazione del nuovo corso, che rientra nel miglioramento del sistema educativo nazionale. Secondo il Ministro dell’Istruzione, Ena Elsa Velázquez, è in corso la seconda fase del terzo miglioramento, che si traduce in pratica nella convalida dei programmi di studio e dei metodi di lavoro.

Corsi pre-congressuali di medicina naturale e tradizionale a Cuba

3.9 – I corsi prima del VI Congresso della Società Cubana di Medicina Naturale e Tradizionale, BIONAT 2018, si tengono oggi con la partecipazione di delegati provenienti da circa 10 paesi per approfondire i progressi della specialità. Le applicazioni del laser in medicina e le raccomandazioni per gli studi clinici con integratori alimentari naturali, sono due dei temi da discutere presso il Consiglio Nazionale delle Società Sanitarie Scientifiche. I componenti  accreditati alla riunione potranno ricevere presso la sede dell’Associazione Cubana delle Nazioni Unite aggiornamenti sulle terapie con la luce, sulla fisica nella medicina naturale e tradizionale (MNT) e sulla cronobiologia dell’agopuntura.

Cuba allerta sulla formazione della tempesta tropicale Gordon

3.9 – La tempesta tropicale Gordon si è formata questa mattina nello Stretto della Florida, con venti massimi sostenuti di 75 chilometri all’ora e raffiche più alte, ha riferito oggi l’Istituto Cubano di Meteorologia (INSMET). La regione centrale di questo sistema si trova a 25.1 gradi di latitudine nord e 80.7 gradi di longitudine ovest, a circa 30 chilometri a ovest di Cayo Largo, in Florida. Secondo l’INSMET, la sua pressione centrale è di 1009 ettopascal e si sposta verso nord-ovest/ovest con una velocità di 28 chilometri all’ora. Secondo il rapporto, la tempesta tropicale Gordon si prevede che continui su un percorso simile e alla velocità di trasferimento nelle prossime 12-24 ore fino a raggiungere le calde acque del Golfo del Messico sud-orientale, dove può crescere di intensità.

Il blocco statunitense contro Cuba, una questione molto presente in seno alle Nazioni Unite

3.9 – Gli effetti del blocco statunitense su Cuba – la cui applicazione si sta intensificando oggi – sono un tema ricorrente durante tutto l’anno in occasione di riunioni ed eventi ad alto livello presso la sede dell’ONU a New York. Ostacola inoltre il lavoro quotidiano dei diplomatici dell’isola nell’ambito dell’organismo multilaterale imponendo loro vari tipi di restrizioni. Ad esempio, il blocco impedisce il pagamento dei contributi finanziari di Cuba all’ONU e il tempestivo adempimento dei suoi impegni monetari nei confronti di varie organizzazioni e accordi internazionali. Dopo il riavvicinamento promosso negli ultimi anni dall’Amministrazione di Barack Obama, i legami Washington-La Habana hanno subito una battuta d’arresto dall’arrivo al potere di Donald Trump, come ha più volte ricordato l’Ambasciatore cubano all’ONU, Anayansi Rodríguez.

L’Ambasciatrice cubana all’ONU sottolinea il processo di consultazione costituzionale

4.9 – La rappresentante permanente di Cuba presso l’ONU, Anayansi Rodríguez, ha sottolineato oggi l’importanza delle consultazioni sul progetto di una nuova Costituzione, che indirizzerà la costruzione sull’isola di un socialismo prospero e sostenibile. I cubani sono immersi in un processo di analisi e di consultazione sul progetto di Costituzione, un documento che stabilirà le linee guida per la continuazione della Rivoluzione e di un sistema socialista duraturo, ha detto a Prensa Latina. Si tratta di un documento avanzato in molti dei suoi precetti e articoli, poiché non solo riconosce il socialismo come il sistema politico e sociale scelto dal popolo cubano, ma lo perfeziona e comprende aspetti su come applicarlo in futuro, ha sottolineato.

Cuba e Stati Uniti collaborano allo studio sull’erosione del suolo

4.9 – I ricercatori di Cuba e degli Stati Uniti hanno condotto una campagna di campionamento nella regione centrale dell’isola nell’ambito di uno studio congiunto sull’erosione del suolo, ha informato oggi uno dei principali enti. Il progetto congiunto del Centro di Studi Ambientali della provincia centrale di Cienfuegos (CEAC) e delle università statunitensi del Vermont e di Oberlin fa parte degli accordi di scambio scientifico approvati quest’anno da queste istituzioni.

Respinta una nuova versione dei danni a cittadini statunitensi a Cuba

4.9 – La nuova versione che ora attribuisce i presunti attacchi a La Habana a diplomatici statunitensi alle trasmissioni a microonde è stata respinta da un alto diplomatico cubano citato oggi dal quotidiano Granma. Nemmeno questa teoria delle emissioni di microonde supporta la molteplicità e la diversità dei sintomi che, secondo il Dipartimento di Stato, le presunte vittime hanno subito, ha dichiarato al Granma Carlos Fernández de Cossío, direttore della Direzione Generale per gli Stati Uniti del Ministero degli Esteri cubano. Con il passare del tempo, queste argomentazioni diventano sempre più false… è impossibile dimostrare ciò che non è accaduto e gli Stati Uniti lo sanno, ha aggiunto.

Un cubano negli Stati Uniti soddisfatto di esprimere un parere sul progetto di Costituzione

5.9 – Damián Díaz, un cubano che vive nella città statunitense di Miami, in Florida, ha valutato molto significativa l’opportunità che persone come lui hanno oggi di suggerire idee sul nuovo progetto di Costituzione del suo paese natale. Quelli di noi che vivono in altre nazioni non cessano di essere cubani, e possedere questa possibilità di esprimere un’opinione è un chiaro segno di fiducia e riconoscimento della nostra emigrazione, ha detto Díaz, intervistato da Prensa Latina. Ha affermato che il testo abbraccia la società del paese caraibico, e ha sottolineato l’affermazione che Cuba è uno stato socialista di diritto, democratico, indipendente e sovrano, organizzato secondo la premessa del suo Eroe Nazionale, José Martí (1853-1895), “con tutti e per il bene di tutti”.

L’Educazione Superiore a Cuba, un’altra vittima del blocco americano

6.9 – Pur essendo un riferimento internazionale per i suoi famosi risultati, il sistema di istruzione superiore cubano patisce oggi limitazioni nello sfruttamento di tutto il suo potenziale di sviluppo a causa del blocco degli Stati Uniti. Come tutti i settori della società cubana, l’istruzione superiore non sfugge agli ostacoli legati al blocco economico, commerciale e finanziario che per quasi 60 anni ha colpito l’isola e ha generato danni per un valore di 933.678 milioni di dollari, secondo un rapporto preliminare del Ministero degli Esteri.

Cuba rifiuta l’uso diplomatico degli Stati Uniti contro il Nicaragua

6.9 – Il Viceministro degli Esteri Abelardo Moreno, ha denunciato oggi i tentativi degli Stati Uniti di usare il Consiglio di Sicurezza dell’ONU per attaccare il Nicaragua e ha confermato il rifiuto di Cuba a questa posizione. Il Viceministro ha notato che nel suo primo atto ufficiale al capo dell’agenzia delle Nazioni Unite di questo mese, il Governo degli Stati Uniti ha manipolato le procedure e violato la Carta delle Nazioni Unite per imporre un’analisi della situazione in Nicaragua. Nelle sue dichiarazioni alla multinazionale Telesur, ha precisato che la rappresentante permanente degli Stati Uniti nel Consiglio di cui sopra ha chiesto l’adozione di misure contro il paese centroamericano e di continuare la sua guerra non convenzionale contro il Venezuela, in un intervento che Moreno ha definito di interferenza e irrispettoso.

Cuba ha aiutato a ridurre della metà l’analfabetismo nel Panama

7.9 – La riduzione della metà dell’analfabetismo nel Panama negli ultimi 11 anni è stata grazie all’utilizzo del metodo cubano “Io sì posso”, ha evidenziato oggi il quotidiano La Prensa. Nel censimento demografico effettuato nel 2010 da parte della ……….. della Repubblica erano stati rilevati 148.747 analfabeti, che rappresentavano un 5.5 % della popolazione del paese; otto anni dopo, statistiche del Ministero di Sviluppo Sociale (MIDES) dell’agosto scorso, riportano che il dato è di 74.080 analfabeti. Per raggiungere gli attuali risultati, il paese ha adottato dal 2007 il metodo cubano che per mezzo di numeri e lettere riesce a insegnare a leggere e a scrivere alle persone adulte, progetto che è eseguito con 150 volontari panamensi, ha spiegato Freddy Álvarez, capo del gruppo di collaboratori cubani.

Stati Uniti, Cuba e le microonde, altra teoria che crolla

7.9 – Esperti citati da mezzi statunitensi hanno respinto una teoria che attribuisce a emissioni di microonde i problemi di salute riportati da diplomatici che lavoravano nell’Ambasciata nordamericana a Cuba. Il quotidiano The Washington Post e il portale digitale Buzz Feed hanno pubblicato il 6 settembre che vari esperti sono increduli davanti all’idea che questo tipo di onde abbia causato i problemi addotti, per i quali sono state presentate altre teorie scartate pure da molti scienziati come “attacchi acustici” o virus. Sotto il titolo “Le armi a microonde sono le principali sospette dei disturbi ai funzionari dell’Ambasciata degli Stati Uniti”, ha pubblicato il quotidiano The New York Times il 1° settembre in un articolo al riguardo, mentre questa ipotesi era proposta anche da una professoressa dell’Università della California di San Diego, Beatrice Golomb.

Le Notizie di Prensa Latina dal 13 al 31 agosto

Risultati immagini per nuova costituzione cubana

Cuba festeggia il 92° compleanno di Fidel con un nuova dimostrazione democratica

13.8 – I festeggiamenti a Cuba per il 92° compleanno di Fidel Castro (1926-2016) acquisiscono oggi un significato maggiore con l’inizio della discussione popolare sul progetto di Costituzione, in cui è in vigore la sua eredità politica. Secondo la giovane Nadia Hernández, non c’è migliore omaggio al leader storico della Rivoluzione cubana di questa dimostrazione, perché contiene il carattere democratico del progetto socialista e umano che ha difeso il paese dal 1° gennaio 1959, quando Fidel e i suoi compagni hanno sconfitto il dittatore Fulgencio Batista e hanno consegnato il potere al popolo. Da allora, ha detto, con quel “giovane guerrigliero barbuto” al timone, Cuba ha raggiunto risultati in tutti i settori della società, nonostante gli ostacoli provenienti dagli Stati Uniti, come il blocco economico, commerciale e finanziario che hanno mantenuto per oltre mezzo secolo e le aggressioni biologiche, i piani per assassinare i suoi leader, i molteplici sabotaggi e le azioni terroristiche, tra cui una fallita invasione militare.

Fidel Castro, una vita di lotte per la giustizia sociale

13.8 – Lo storico leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro (1926-2016), compirebbe oggi il suo 92° compleanno, giorno in cui Prensa Latina ne approfitterà per ricordare gli aspetti della sua vita e le sue lotte per la giustizia sociale. Fidel Alejandro Castro Ruz è nato il 13 agosto 1926 a Birán, vecchia provincia cubana di Oriente. Suo padre, Ángel Castro Argiz, figlio di poveri contadini in Galizia, era un proprietario terriero e un coltivatore di canna da zucchero. Sua madre, Lina Ruz González, proveniva da una famiglia contadina della provincia di Pinar del Río. Ha imparato a leggere e a scrivere nella scuola pubblica rurale di Birán e ha continuato la sua istruzione primaria nelle scuole private cattoliche di La Salle e di Dolores, nella città di Santiago de Cuba. Ha iniziato i suoi studi superiori al Collegio di Dolores e li ha terminati al Collegio di Belén, della Compagnia di Gesù, a La Habana, dove si è laureato in Legge nel giugno del 1945.

Inizia a Cuba la discussione popolare sul progetto di Costituzione

13.8 – Milioni di cubani sono chiamati da oggi a partecipare a una discussione sul progetto di nuova Costituzione, in un processo che continuerà fino al 15 novembre. In un giorno speciale per gli abitanti dell’isola, per la commemorazione del 92° anniversario della nascita dello storico leader della Rivoluzione, Fidel Castro (1926-2016), i luoghi di lavoro e i quartieri del paese organizzano incontri in cui le persone possono esprimere le loro opinioni e fare proposte sul testo. La città di Birán, nella parte orientale di Cuba dove è nato Fidel Castro, ospita una delle assemblee per discutere il documento approvato il 22 luglio dall’Assemblea Nazionale del Poder Popular, un’iniziativa che rappresenta una riforma totale della Costituzione in vigore dal 1976. Secondo fonti ufficiali, più di 15.000 persone organizzate in coppie avranno la missione di condurre una discussione popolare sul campo in questi mesi su un testo composto da un preambolo e da 224 articoli (87 in più rispetto alla Costituzione attuale), suddivisi in 11 titoli, 24 capitoli e 16 sezioni.

Il ruolo del Partito Comunista nel progetto di nuova Costituzione cubana

14.8 – Il progetto di nuova Costituzione sancisce il ruolo guida del Partito Comunista di Cuba come pilastro fondamentale dell’unità e dell’ordine politico, economico e sociale. Nell’articolo 5, il testo presentato dal 13 agosto al 15 novembre ad una discussione popolare stabilisce che “Il Partito comunista di Cuba, unico, martiano, fidelista e marxista-leninista, avanguardia organizzata della nazione cubana, in base al suo carattere democratico e al legame permanente con il popolo, è la forza dirigente superiore della società e dello Stato”. La stragrande maggioranza degli abitanti della maggiore delle Antille assume e sostiene questo concetto, che è anche oggetto di analisi e di dibattito in questi giorni, in cui opinioni e proposte sono espresse liberamente nei centri di lavoro e di studio, così come nella comunità, riguardo al progetto della nuova Costituzione.

Giovani haitiani beneficiano di programmi di borse di studio a Cuba

14.8 – Un centinaio di giovani haitiani beneficia oggi del programma di borse di studio per studenti stranieri promosso dal Governo cubano, in particolare per le nazioni con possibilità limitate. Ventitré studenti si uniranno a loro il prossimo settembre per intraprendere una carriera in medicina, ingegneria e altro con l’obiettivo di tornare nel loro paese e fornire servizi nei luoghi più remoti, soprattutto nel settore sanitario. Si tratta di un progetto come in molti paesi di America Latina, Caraibi, Africa, Asia e negli stessi Stati Uniti, voluto dal nostro Comandante in Capo, Fidel Castro, ha detto Yenielys Regueiferos, prima segretaria dell’Ambasciata cubana ad Haiti. Ad oggi, 1.526 haitiani si sono laureati nella più grande delle Antille, 21 dei quali lavorano a fianco di collaboratori medici cubani nei vari centri sanitari di Haiti.

Avvio positivo della discussione popolare sul progetto di Costituzione

15.8 – L’inizio della discussione popolare sul progetto di Costituzione della Repubblica nella provincia centrale di Sancti Spíritus è considerato un esercizio riuscito della democrazia, di espressione del popolo nei più importanti processi decisionali del paese. Edelio Torres, della Commissione Temporanea, ha così valutato questo processo sviluppato in oltre 6.250 incontri a livello di luoghi di lavoro, studio, istituzioni armate e quartieri del territorio. In una conversazione con Prensa Latina, ha detto che lo studio del documento nei collettivi e nei quartieri è di grande valore per il flusso di criteri e contributi per avere una costituzione moderna secondo la strategia attuale e futura della nazione. Ha descritto i dibattiti nelle assemblee pilota dei comuni della provincia molto utili, marcati, ha aggiunto, da un interesse generale ad arricchire il progetto di Costituzione che sarà approvato dall’Assemblea Nazionale del Poder Popular il prossimo anno.

Società mista per la produzione di detersivi nella zona di sviluppo di Cuba

15.8 – La società mista Suchel TBV S.A. realizzerà uno stabilimento per la produzione di detersivi e altri prodotti affini nella Zona Speciale di Sviluppo Mariel (ZEDM), situata nella parte occidentale di Cuba. L’azienda è composta dalla Società Mercantile cubana Industrie Nexus S.A. e dalla società vietnamita Thai Binh Detergent Joint-Stock Company, ed è autorizzata a operare nell’isola per un periodo di 30 anni dalla sua iscrizione nel Registro Mercantile della Repubblica di Cuba, secondo le informazioni divulgate oggi sul sito-web della Zona. L’impianto avrà una capacità produttiva annua di 50.000 tonnellate di detergenti per uso domestico e industriale, cifre che consentiranno a Cuba di sostituire oltre il 90 % delle importazioni di questo prodotto, secondo il rapporto.

Proprietà privata e investimenti, in discussione sulla nuova Costituzione cubana

16.8 – Una delle principali modifiche introdotte dal Progetto di Costituzione cubana è il riconoscimento della proprietà privata e degli investimenti esteri, ha detto oggi lo specialista commerciale dell’Hotel Copacabana, Ariel Valdés, in un’intervista a Prensa Latina, il giovane ha detto che si dovrebbe prendere in considerazione di estendere la possibilità di investimento alle persone che vivono all’interno e all’esterno dell’isola. A suo parere, il paese ne ha urgente bisogno per migliorare l’economia e raccogliere fondi per contribuire al suo sviluppo e alla sua crescita. E’ essenziale aprirsi a diverse forme di investimento, soprattutto nel settore del turismo, ha affermato. Valdés ha anche sottolineato che c’è stato un dibattito sul controllo della ricchezza e su come misurarla al fine di evitare la concentrazione di proprietà, ma ritiene che per poterla ripartire, bisogna prima generarla.

I 507 anni di Baracoa attirano molti turisti.

16.8 – Il 507° compleanno della città cubana orientale di Baracoa è oggi una particolare attrazione per i turisti provenienti da tutto il mondo, un giorno dopo la celebrazione. Tour-operator e agenzie di viaggio concordano questo giovedì che un buon numero di visitatori stranieri sta cercando di conoscere questa regione dell’isola, la prima città fondata dagli spagnoli in questo arcipelago. Baracoa, per molti esperti, è la parte di Cuba che piace di più, soprattutto per coloro che arrivano con un piano di vacanza legata alla storia, alle tradizioni e alla natura, o al turismo d’avventura e agrario. Una tale predilezione non è solo di essere nella prima città fondata dagli spagnoli qui, ma bensì perché è tutto molto vicino, natura, montagna, spiaggia, fiume: avventura e natura.

Cresce da Cuba la solidarietà con Lula

17.8 – La solidarietà con l’ex-Presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva si sta moltiplicando oggi in tutto il mondo e le richieste di giustizia da Cuba occupano un posto speciale in questo impegno. Questa settimana, quando il fondatore e leader storico del Partito dei Lavoratori (PT) è stato ufficialmente registrato da questa formazione come candidato alla presidenza del suo paese, Cuba ha chiesto l’immediato annullamento della sentenza pronunciata lo scorso aprile. Nell’ambito della giornata internazionale a sostegno della sua causa, grida di “Lula libero, Lula Presidente” sono risuonate lunedì nella sede del Centro Memoriale Martin Luther King, un’organizzazione macroecumenica di ispirazione cristiana che ha riunito diversi gruppi continentali e rappresentanti dei movimenti sindacali delle Americhe e della Giornata Continentale per la Democrazia e Contro il Neoliberismo.

Cuba registra precipitazioni favorevoli all’inizio del 2018

17.8 – Il comportamento delle precipitazioni nei primi sette mesi di quest’anno è tra i più favorevoli registrati per questo periodo a Cuba negli ultimi venticinque anni, secondo i rapporti dei media digitali pubblicati oggi. Il dato nazionale cumulativo riportato è di 967,7 millimetri, una cifra equivalente al 134 % della media storica, ha detto al quotidiano Granma Omar Fernández, uno specialista della Direzione per l’Uso Razionale dell’Acqua dell’Istituto Nazionale delle Risorse Idriche (INRH). Secondo l’esperto, un totale di 140 comuni del paese superano le rispettive medie per il periodo gennaio-luglio, mentre in nessuno di essi ha piovuto meno del 50 % al di sotto della norma.

La figura del Presidente nel progetto della nuova Costituzione cubana

20.8 – La creazione del Presidente della Repubblica è una delle proposte del progetto di nuova Costituzione di Cuba, un testo che oggi è entrato nell’ottavo giorno di discussione popolare nelle 15 province del Paese. Il documento approvato il 22 luglio dall’Assemblea Nazionale del Poder Popular, sul quale i cubani esprimeranno le loro opinioni e definiranno i criteri fino al 15 novembre, stabilisce nel Capitolo III che il Presidente è il capo dello Stato, carica che può durare fino a due mandati quinquennali.

Proseguono a Cuba le discussioni sul progetto di nuova Costituzione.

20.8 – Una settimana dopo l’inizio dei dibattiti sul progetto della nuova Costituzione, proseguono oggi a Cuba le analisi del documento approvato dall’Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento). In tal modo, i centri di lavoro e altre istituzioni del paese ospitano colloqui in cui persone provenienti da diversi settori della società esprimono il loro punto di vista nel contesto della discussione popolare prevista fino al 15 novembre. Gli approcci sono molto diversi e tra i più ricorrenti vi sono i criteri per comprendere il diritto all’eutanasia, mentre molti concordano sulla necessità di una legge che protegga gli animali. Finora non vi è consenso sulla modifica dell’istituto del matrimonio, che è una delle questioni più dibattute.

A Cuba si stanno preparando le condizioni per l’inizio del nuovo anno scolastico

20.8 – Un nuovo anno scolastico inizierà a Cuba il 3 settembre, e le autorità del Ministero dell’Educazione (MINED) stanno riesaminando i preparativi del paese per un inizio positivo, secondo l’edizione odierna del quotidiano Granma. Secondo la pubblicazione, 636 istituzioni educative apriranno le loro porte a Las Tunas, nella provincia orientale di Cuba. Lì, la copertura docente e la disponibilità della base di materiale di studio sono positive. Tuttavia, vi sono ancora materie in sospeso gli accessi a carriere pedagogiche in settori quali Scienze Naturali, Marxismo e Storia, Letteratura Spagnola, Matematica e Fisica.

Cuba riflette sull’incidenza del diabete

20,8 – Oltre un milione di persone vivono con il diabete a Cuba, ma solo 700.000 sono registrati, avvertono gli esperti dell’isola, secondo un articolo pubblicato oggi sul quotidiano Granma. Il progresso nella diagnosi di questa infermità è essenziale, considerando che 415 milioni di adulti nel mondo soffrono di questa malattia, considerata una minaccia per la salute sul pianeta, hanno detto gli esperti. Secondo il testo, il diabete è l’ottava causa di morte a Cuba, con un tasso di mortalità di 20 decessi ogni 100.000 abitanti. Tuttavia, oltre il 55 % di coloro che muoiono al di sotto dei 75 anni, lo fa prematuramente, non riuscendo a raggiungere la speranza di vita media.

I cubani negli Stati Uniti si preparano a discutere il progetto di Costituzione

21.8 – Gli emigranti cubani nella città statunitense di Miami, Florida, si preparano oggi a tenere un dibattito il 26 agosto sul progetto di una nuova Costituzione del loro paese d’origine. Questo incontro, il primo di tre previsti con lo stesso obiettivo, è promosso dalla coalizione Alianza Martiana, che riunisce diverse organizzazioni di queste persone. Secondo una nota della Brigata Antonio Maceo, parte del suddetto ente, questo esercizio cittadino costituisce un dovere imprescindibile per i cubani. La decisione del Governo di convocare i cubani che vivono all’estero per esprimere le loro opinioni, esprimere le loro considerazioni e presentarle alle autorità competenti attraverso Internet, è un’azione inclusiva di grande importanza che rafforzerà il presente e il futuro della Patria, sottolinea il testo.

Giardinaggio ecologico, azione per preservare l’ambiente

21.8 – Lo sviluppo del turismo a Cuba richiede azioni volte alla ricerca della sostenibilità e dell’armonia con l’ambiente, compreso il giardinaggio ecologico. I turisti che arrivano a destinazioni cubane, oltre al sole e alla spiaggia, sono attratti dalla natura ben conservata, ricca di paesaggi eccellenti con una flora e una fauna esuberanti. La cayeria nord di Ciego de Ávila, dove si trova il centro ricreativo Jardines del Rey, oltre ai bagni di mare sulle relative spiagge, offrono ai visitatori un ambiente naturale incomparabile. I cayos Coco, Guillermo e Paredón Grande danno ai turisti un assaggio dell’abbondanza di alberi nativi sui litorali.

Aggiornamento del quadro giuridico del sistema ferroviario cubano

22.8 – Una serie di regole che aggiornano la politica cubana del trasporto ferroviario con elementi essenziali per il suo buon funzionamento in termini di sicurezza e formazione del settore, è pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale di Cuba. Secondo quanto ha rivelato il direttore dell’Amministrazione dei trasporti ferroviari, Ronald Boffil, in una conferenza stampa presso la sede dell’Unione Ferroviaria Cubana, il Decreto Legge 348 e le sue norme complementari cercano di eliminare la dispersione legislativa che governa l’attività. Inoltre, ha considerato il funzionario, aggiorna i protocolli di azione e sicurezza del sistema ferroviario ed è un supporto vitale per il programma di sviluppo di questo settore fino al 2030 che comprende l’ammodernamento dell’infrastruttura con tutti i suoi componenti e materiale rotabile. Boffil ha chiarito che, tra l’altro, il nuovo quadro giuridico mira anche a regolamentare tutto ciò che riguarda i servizi ausiliari e annessi, nonché l’organizzazione degli operatori di questo sistema di trasporto.

Gli Stati Uniti con piani per diffondere propaganda a Cuba attraverso Facebook

22.8 – Gli Stati Uniti hanno pianificato di utilizzare Facebook per diffondere propaganda e promuovere la dissidenza clandestina a Cuba, ha rivelato il Miami New Times, citando documenti oggi disponibili sull’argomento. Il settimanale ha riferito nella sua versione digitale che al centro di questi piani è l’Ufficio di Trasmissioni verso Cuba (OCB), attualmente guidato dall’ex sindaco di Miami Tomás Regalado, e che gestisce Radio Martí, TV Martí e Martí Noticias. Secondo il media, tali obiettivi sono descritti in dettaglio nei documenti di bilancio della Giunta dei Direttori di Radiodiffusione degli Stati Uniti per gli esercizi finanziari 2018 e 2019.

La donna non ha limiti per il lavoro, dice una ingegnera cubana

23.8 – La donna è un essere di grande capacità, piena di volontà e impegnata, può affrontare qualsiasi lavoro e nessuno può limitarla, ha detto oggi l’ingegnera meccanica cubana Jacqueline Carreras. In occasione del 58° anniversario della Federazione delle Donne Cubane (FMC), la Carreras ha detto a Prensa Latina che nulla può fermare le donne nella Rivoluzione. Siamo tutte uguali, professioniste, intellettuali, lavoratrici, contadine e abbiamo le stesse capacità del sesso opposto, ha sottolineato la Carreras, che nel 2016 è stata insignita della Medaglia 23 Agosto, una distinzione consegnata dalla FMC.

Segnalato un impatto negativo della situazione dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Cuba

23.8 – L’impatto negativo della riduzione del personale esistente oggi presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Cuba è stato riflesso in un memorandum del Servizio di Ricerca del Congresso degli Stati Uniti, sul quale sono stati pubblicati alcuni articoli di stampa. Il rappresentante democratico Eliot Engel ha detto questa settimana che ha richiesto al gruppo di analizzare gli effetti della situazione sulla missione diplomatica a La Habana, dove secondo il rapporto è stato ridotto il numero dei dipendenti da oltre 50 a soli 14. L’ Amministrazione di Donald Trump ha preso unilateralmente la decisione di fare questo passo nel settembre dello scorso anno, a seguito di incidenti sanitari segnalati da funzionari statunitensi che lavoravano nella capitale cubana e di cui non si conoscono ancora le cause.

Gli Stati Uniti riducono da tre a due il livello di avvertenze per i viaggi a Cuba

23.8 – Il Dipartimento di Stato nordamericano ha annunciato oggi di aver ridotto il suo avvertimento sui viaggi a Cuba, un paese riconosciuto a livello internazionale come destinazione sicura, dal livello tre (riconsiderare il viaggio) al livello due (prendere ulteriori precauzioni). Ciò rappresenta un miglioramento della raccomandazione relativa alle visite sull’isola su una scala a quattro livelli (il primo per chiedere precauzioni normali e il quarto per evitare il viaggio). Tuttavia, l’agenzia federale ha giustificato la sua decisione di livello due con l’argomento che una maggiore cautela dovrebbe essere esercitata a Cuba “a causa di attacchi diretti contro i dipendenti dell’Ambasciata degli Stati Uniti a La Habana”.

Cuba pubblica la relazione annuale sui danni causati dal blocco degli Stati Uniti

24.8 – Il Ministero cubano degli Affari Esteri ha pubblicato oggi il suo rapporto annuale sui danni subiti dall’isola a causa del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti da quasi sessant’anni. Secondo il documento, che copre il periodo da aprile 2017 a marzo 2018, la politica ostile degli Stati Uniti si è intensificata, continua a essere applicata con rigore e nel periodo analizzato ha causato a Cuba perdite stimate in circa 4.321.200.000 dollari. La relazione, che sostiene un progetto di risoluzione proposto da Cuba all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla necessità di porre fine al blocco, ricorda che i danni accumulati in quasi 60 anni ammontano a oltre 933 miliardi di dollari, tenendo conto del deprezzamento del dollaro rispetto al valore dell’oro sul mercato internazionale.

I componenti del Consiglio delle Chiese degli Stati Uniti concludono la visita a Cuba

24.8 – Il Comitato Esecutivo del Consiglio Nazionale delle Chiese degli Stati Uniti (NCCUSA) ha concluso oggi una visita a Cuba, dove ha espresso l’auspicio di una rapida ripresa del processo di ristabilimento dei legami tra Washington e La Habana. Durante il loro soggiorno di tre giorni sull’isola, i religiosi statunitensi, insieme ai membri del Consiglio delle Chiese di Cuba (CIC), hanno discusso le questioni delle relazioni tra Stati Uniti e Cuba, una pratica che hanno detto ha storicamente unito le due istituzioni. Hanno anche celebrato il 70° anniversario del Consiglio Mondiale delle Chiese partecipando a uno speciale servizio di culto nella capitale, e hanno tenuto incontri sul funzionamento interno della NCCUSA.

Gli immigrati cubani negli Stati Uniti evidenziano il progetto di Costituzione

27.8 – Gli emigranti cubani nella città statunitense di Miami, Florida, hanno condiviso oggi i criteri e riconosciuto l’importanza del progetto di una nuova Costituzione del loro paese d’origine. Circa 40 rappresentanti della coalizione Alianza Martiana, che riunisce diverse organizzazioni di queste persone, si sono riuniti per la prima volta collettivamente per formulare la proposta, e lo faranno almeno altre due volte, ha detto il presidente di questa organizzazione, Damián Díaz, a Prensa Latina. Alla riunione di domenica scorsa hanno partecipato diversi provocatori anti-cubani di estrema destra, che ha cercato di influenzare l’incontro, ma non sono riusciti a farlo, ha spiegato il dirigente.

Il sistema sanitario cubano patisce milioni di danni causati dal blocco degli Stati Uniti

27.8 – Il blocco economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti a Cuba è responsabile di danni sul sistema sanitario dell’isola per oltre 2.5 miliardi di dollari in quasi 60 anni. La relazione annuale elaborata dal Ministero cubano degli Affari Esteri, che copre specificamente il periodo da aprile 2017 a marzo 2018, lo sottolinea e sostiene un progetto di risoluzione proposto da Cuba all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla necessità di porre fine al blocco degli Stati Uniti. Secondo il documento, i gravi danni al sistema sanitario cubano causati dal blocco derivano dalle difficoltà nell’acquisto di medicinali, reagenti, strumenti, pezzi di ricambio per attrezzature mediche e altre forniture necessarie per il funzionamento del settore.

Il blocco degli Stati Uniti causa limitazioni per diversi milioni alla cultura cubana

27.8 – Il blocco economico, finanziario e commerciale imposto dagli Stati Uniti a Cuba causa restrizioni per milioni di dollari alla cultura, secondo il rapporto annuale preparato dal Ministero degli Affari Esteri. Il documento copre il periodo da aprile 2017 a marzo 2018 e approva un progetto di risoluzione proposto da Cuba all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla necessità di porre fine all’assedio degli Stati Uniti. Secondo il testo, i danni al sistema culturale causati dal blocco economico sono visibili in tutte le sue manifestazioni, mentre gli incontri tra artisti cubani e i loro omologhi statunitensi sono in diminuzione.

Elogiato negli Stati Uniti il fatto di esprimere opinioni sul progetto di costituzione di Cuba

28.8 – La possibilità per i cubani che vivono all’estero di esprimere la loro opinione sul nuovo progetto di Costituzione del loro paese d’origine fa parte di un significativo processo di avvicinamento tra tutti loro, ha considerato una di queste persone. Intervistato da Prensa Latina, Andrés Gómez, che vive nella città statunitense di Miami, Florida, ha sottolineato che questa decisione del Governo dell’isola costituisce un’azione inclusiva di grande importanza, e rafforzerà il presente e il futuro della Patria. A suo parere, questa proposta di una nuova Costituzione è correttamente adattata alla situazione in cui vive e vivrà il popolo cubano nel prossimo futuro.

La presa di Las Tunas nella guerra d’indipendenza cubana

28.8 – Durante la Guerra d’Indipendenza di Cuba, spicca la presa nell’agosto del 1897 della città di Las Tunas, una delle roccaforti dei coloni spagnoli sull’isola e una sfida alla capacità operativa dell’Esercito di Liberazione. Las Tunas era un importante centro di comunicazione tra Cuba centrale e orientale, base vitale per le truppe ispaniche che si spostavano da Camagüey verso il territorio orientale, e per questo motivo il nemico aveva concentrato lì una potenza militare considerata inespugnabile, con una guarnigione di 900 veterani delle tre armi. Il quartier generale iberico occupava le fortificazioni della Plaza de Armas nel centro, e intorno alla città c’erano i bastioni della Caserma della Cavalleria e della Fanteria, note come le Ventotto Colonne.

Compagnia aerea cubana con risorse limitate a causa del blocco degli Stati Uniti

28.8 – Cubana de Aviación S.A. sta incontrando serie difficoltà nell’acquisto o nel leasing di aeromobili con componenti tecniche di qualsiasi tecnologia, a causa del blocco economico, finanziario e commerciale degli Stati Uniti, ha informato il Governo a La Habana. L’effetto extraterritoriale delle sanzioni rende impossibile per la compagnia l’accesso agli aeromobili prodotti da compagnie quali Airbus, Dassault e Boeing, ha affermato la relazione presentata dal Ministero degli Affari Esteri. Né può Cubana de Aviación effettuare la manutenzione delle attrezzature in agenzie specializzate in molti paesi, segnala il documento in vista del prossimo esame della questione all’interno delle Nazioni Unite.

Attivisti italiani riaffermano la loro solidarietà con Cuba

29.8 – I dirigenti dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba stanno svolgendo oggi a La Habana un intenso programma di attività che prevede eventi di solidarietà e visite, ha informato l’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP). La presidente e il vicepresidente del gruppo, rispettivamente Irma Dioli e Marco Papacci, sono arrivati ieri a La Habana, dove parteciperanno alla giornata “Noi abbiamo memoria”, contro il blocco e il terrorismo, prevista per il 4 settembre. Secondo l’ICAP, la Dioli e Papacci parteciperanno all’evento presso l’Hotel Copacabana in occasione del 21° anniversario della morte del giovane italiano Fabio Di Celmo, vittima di un attentato terroristico nel 1997.

Cresce negli Stati Uniti il rifiuto del blocco imposto a Cuba

29.8 – In diversi settori della società statunitense, si registra un crescente rifiuto del blocco economico, commerciale e finanziario imposto a Cuba da Washington quasi sessant’anni fa. Nonostante l’intensificazione di questa politica unilaterale da parte del Governo del presidente Donald Trump al fine di rallentare il processo di normalizzazione delle relazioni bilaterali iniziato nel 2014, negli Stati Uniti si alzano più voci a favore dell’eliminazione del blocco. Gruppi come Engage Cuba e CubaNow, il cui obiettivo è quello di favorire i legami tra La Habana e Washington e di promuovere la revoca del blocco, ne sono un esempio, secondo il rapporto annuale sugli effetti del blocco sulla società e l’impatto della sua componente extraterritoriale.

Il Presidente di Cuba controlla l’inizio dell’anno scolastico nell’università

30.8 – A Santa Clara, il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha partecipato oggi a un incontro presso l’Università Marta Abreu di Las Villas e ha verificato i preparativi per il nuovo anno scolastico nella provincia centrale di Villa Clara. Durante l’incontro, Díaz-Canel e direttori del settore dell’istruzione e le autorità del territorio hanno analizzato i temi associati con l’inizio dell’anno accademico 2018-2019 nelle sue diverse facoltà. Secondo i dati ufficiali, oltre 240.000 studenti dovrebbero iniziare i corsi nelle università di Cuba il 3 settembre. Nell’ambito della sua visita di lavoro a Villa Clara, il Capo dello Stato ha visitato la Centrale Telefonica di Santa Clara, dove il 25 giugno si è verificato un incendio.

Gli ostacoli commerciali degli Stati Uniti danneggiano i famosi Habanos

30.8 – Le misure economiche e commerciali che gli Stati Uniti stanno attualmente intensificando contro Cuba riguardano uno dei prodotti cubani più richiesti sul mercato mondiale, gli Habanos. La relazione sulla risoluzione 72/4 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite dal titolo: “Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America nei confronti di Cuba” riflette, tra l’altro, l’impatto sull’industria cubana del tabacco. Questo documento (da aprile 2017 a marzo 2018) riporta come fino al 1962 Cuba fosse il mercato naturale degli Stati Uniti per l’acquisto di tabacco, sia lavorato che grezzo, per la sua industria del tabacco.

I medici internazionalisti cubani discuteranno il progetto di Costituzione

30.8 – A partire dal prossimo settembre, medici e operatori sanitari cubani discuteranno la bozza di costituzione nei 66 paesi dove prestano i loro servizi, riporta oggi il quotidiano Granma. Le condizioni per la discussione sono state create in ciascuna delle nazioni in cui si trovano, ha detto Jorge Delgado, vice-direttore della Unità Centrale di Collaborazione Medica. I primi passi organizzativi sono già stati fatti e i documenti sono ora disponibili in tutte le aree, dove sono già in fase di analisi da parte di ciascuno dei collaboratori, ha spiegato il dirigente. Nel descrivere l’atmosfera, Delgado ha detto che c’è molto entusiasmo, anche in paesi così complessi come il Brasile, dove ci sono molti professionisti cubani sparsi in tutto il paese.

La comunità internazionale sostiene la richiesta di Cuba di porre fine al blocco

31.8 – Da oltre vent’anni la comunità internazionale sostiene Cuba nella sua richiesta di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti. Tra aprile 2017 e marzo 2018, l’isola dei Caraibi ha ricevuto numerose espressioni di sostegno, alcune delle quali sono state inserite nel testo della risoluzione 72/4 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, intitolata “Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti d’America nei confronti di Cuba”. Nel settembre dello scorso anno, nell’ambito della XXXVI sessione ordinaria del Consiglio per i Diritti Umani, 24 paesi in via di sviluppo e il Gruppo Africano hanno denunciato gli effetti negativi del blocco e ne hanno chiesto l’eliminazione.

I cubani che vivono all’estero possono esprimersi sulla Costituzione

31.8 – I cubani che vivono all’estero possono ora esprimere i loro criteri e le loro proposte sul progetto di nuova Costituzione per l’isola, ha affermato il Ministero degli Affari Esteri. Il Ministero degli Affari Esteri ha annunciato che il sito-web “Nazione ed Emigrazione” (http://www.nacionyemigracion.cu/) contiene una pagina che permette a chi vive fuori dalla più grande delle Antille di fare proposte e commenti sul testo approvato il 22 luglio dall’Assemblea Nazionale del Poder Popular. Secondo la fonte, è stato diffuso un video tutorial che spiega in modo “facile e divertente” i passi da seguire per garantire l’effettiva partecipazione dei circa 1.400.000 cubani sparsi in circa 120 paesi.


" EL MONCADA "
E' CONSULTABILE QUI:

clicca sull'immagine qui sotto per ingrandirla

IL SUPPLEMENTO CUADERNOS n°1
Licenza Creative Commons
Questo sito è rilasciato nei termini della licenza
Creative Commons License

 

ottobre: 2018
L M M G V S D
« set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
AMICUBA ISOLA RIBELLE CONTRO IL TERRORISMO MEDIATICO

Crea sito web gratis