Fortezza Venezuela

 

 

 

 

Foto tratta da MILICIABOLIVARIANA-AEB

di Paul Antonopolos*

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha detto lunedì che la milizia bolivariana ha già 1 milione e 600.000 membri e che la sua missione principale è “difendere” il territorio nazionale da quella che è stata descritta come possibile aggressione esterna del paese, in particolare da Brasile, Colombia e Stati Uniti.

Maduro ha detto che i suoi avversari guidati da Washington hanno cercato di assassinarlo e imporre una dittatura nel paese. Il presidente venezuelano ha indicato le sanzioni da parte degli Stati Uniti come la fonte della recessione da cinque anni dell’economia.

Ad aprile “ho dato un ordine … entro un anno raggiungere un milione di miliziani ed … è stato raggiunto in un tempo record di otto mesi”, ha detto Maduro in una cerimonia nel cortile dell’Accademia militare di fronte a centinaia di miliziani con i fucili in spalla. Ad aprile, il presidente aveva detto che le milizie potevano contare “quasi 400.000 persone”.

La Milizia nazionale del Venezuela bolivariana è stata creata dal defunto presidente Hugo Chávez nel 2008 ed è composta da volontari civili.

Il presidente ha detto che la forza ha raggiunto 1,66 milioni tra uomini e donne. Maduro ha detto che la funzione dei miliziani è “intelligenza e controspionaggio popolare” per proteggere il Venezuela.

“Armeremo la milizia bolivariana fino ai denti”, ha detto, senza fornire dettagli su quanti miliziani hanno attualmente le armi.

Può darsi che “una forza di invasione imperialista entri da qualche parte nella patria, ma gli imperialisti devono sapere che non se ne andranno vivi”, ha detto Maduro in un discorso trasmesso dalla televisione di stato.

Il Venezuela si difenderà dagli “oligarchi … provenienti da Bogotà o Brasilia”, ha detto Maduro.

Il presidente brasiliano eletto ha apertamente annunciato il suo disprezzo per il governo bolivariano in Venezuela e ha suggerito che potrebbe trascinare il Brasile in una guerra con il suo paese vicino anche senza una buona ragione se non quella di sostenere le ambizioni imperialiste di Washington.

*Autore di Fort Russ News

https://www.fort-russ.com/2018/12/fortress-venezuela-why-imperalist-puppets-brazil-colombia-have-no-chance-against-maduro/

Traduzione: Things Change

Precedente Dichiarazione PSL/USA: per un ritiro completo - Stati Uniti fuori dal Medio Oriente! Successivo A Londra idealmente con Barnard per Assange